·  home page     ·  contattaci  
Premio Daolio
Cos'č il Premio Daolio »
Edizioni precedenti »
Albo d'oro »
Edizione 2017
Il bando »
I premi »
I gruppi in gara »
Stampa & Media
News »
Rassegna stampa »
Photogallery »
Recensioni »
Altre info
Partners »
Credits »
News
Her Skin vince il Premio Daolio
03 luglio 17
Con sola voce e chitarra č stata Sara Ammendolia, in arte Her Skin, ad ammaliare la giuria con il suo brano Cut Out The Flowers. I Mangroovia invece si sono aggiudicati il premio per la miglior performance live.

Si è conclusa la 22° edizione del Premio Daolio che quest'anno ha trovato ospitalità a Novellara in una nuova e suggestiva cornice, la Rocca dei Gonzaga, dove si sono svolte le audizioni dal vivo e la finalissima.

Sotto i riflettori della finale si sono esibiti i quattro concorrenti che hanno proposto mezz'ora di musica tra cui la canzone che hanno presentato in concorso. Sara Ammendolia, in arte Her Skin, con sola voce e chitarra ha incantato la platea con atmosfere malinconiche e sognanti. I giovani mantovani Plastic Light Factory hanno invece fatto ballare il pubblico con i loro brani psych pop con influenze di matrice inglese, dall'indie rock degli Arctic Monkeys al rock  anni '60 dei Kinks. La cantautrice reggiana Sara Rosaz è invece spiccata per la sincerità delle sue storie di vita quotidiana accompagnate dagli interessanti arrangiamenti della band. Infine i bolognesi Mangroovia hanno sorpreso con il loro live che ha messo in evidenza le influenze jazz, soul, r&b del gruppo e si sono aggiudicati il 2° premio proprio per la miglior esibizione dal vivo.

Anche in questa edizione l’attenzione è stata posta sulla scrittura musicale in ogni forma, da quella più tradizionale a quella più sperimentale, caratteristica peculiare del concorso. Non è un caso che ospite d’eccezione della finale sia stato il duo folk-rock siciliano Il Pan Del Diavolo (cooprodotti da Piero Pelù) che si è esibito dopo i quattro artisti in gara.

Dopo un attento esame delle canzoni e delle performance dei concorrenti la giuria ha consegnato il Premio Daolio 2017 a Her Skin che ha convinto la giuria per la sua sensibilità artistica e la facilità di comunicazione musicale. “Ho iniziato ad avvicinarmi alla musica grazie a mio padre, non ricordo quando è iniziato tutto. Forse ho sempre cantato”, racconta Sara emozionatissima appena scesa dal palco dove Rosi Fantuzzi, la compagna di Augusto, l’assessore alla Cultura Marco Battini e il presidente della giuria Franco Montanari l’hanno  premiata con un buono di 500 euro da spendere in musica e la possibilità di aprire la serata in un importante concerto dei Nomadi.

Visualizza la lista completa »




Arci Reggio Emilia

Iscriviti alla newsletter


Copyright © 2010-2017 - Premio Augusto Daolio - privacy

Il sito Premio Augusto Daolio non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin" Accetto